Sabato 28 ottobre ore 15:15 va in onda la 4° puntata di “Pani e Pesci. L’economia del Vangelo” condotto da Eugenia Scotti con il prof. Luigino Bruni e la partecipazione di Cesare Bocci.
Il programma è trasmesso sul canale 28 del digitale terrestre e sul canale 157 Sky.

Gli intrecci del potere

Tema della puntata il rapporto tra economia e politica.
Ospite: il Senatore Mario Monti

Tutti gli approfondimenti sulla pagina web di TV2000 nella sezione dedicata: https://www.tv2000.it/paniepesci/

Le puntate precedenti.
1° puntata – 7/10/2023 “Lavoro povero e salario minimo”

Il professore Luigino Bruni, in ogni puntata di Pani e Pesci, spiega perché le lettura dal Vangelo scelte per aprire le riflessioni economiche, ci parlano ancora oggi. E indicano la strada per un’economia sostenibile. Già ai tempi di Gesù giusta retribuzione e lavoro erano temi importanti. Per questo nella prima puntata della seconda stagione dalla parabola degli Operai dell’ultima ora, dal Vangelo di Matteo, si parla di salario minimo e lavoro povero.

2° puntata – 14/10/2023 “L’impronta ecologica dell’uomo sulla Terra”

Il professore Luigino Bruni, in ogni puntata di Pani e Pesci, spiega perché le lettura dal Vangelo scelte per aprire le riflessioni economiche, ci parlano ancora oggi. E indicano la strada per un’economia sostenibile. Il Vangelo, come l’Antico testamento, è ricco di riferimenti alla bellezza del creato e Gesù ne parlava spesso nei suoi discorsi. Ma perché siamo passati dall’essere custodi della natura a predat

3° puntata – 21/10/2023 “La Parabola dei Talenti e il valore della normalità”

Il professore Luigino Bruni, in ogni puntata di Pani e Pesci, spiega perché le lettura dal Vangelo scelte per aprire le riflessioni economiche, ci parlano ancora oggi. Nella puntata dedicata all’eccellenza e al talento, il professore Bruni si interroga, partendo dalla Parabola dei Talenti dal Vangelo di Matteo, sul valore della normalità: “Conosciamo tutti la parabola dei Talenti… ricordiamo bene il comportamento del primo servo, quello che con bravura moltiplica i 5 talenti e quello dell’ultimo servo, quello che con timore si limita a sotterrare e a conservare il suo unico talento… Oggi io voglio però soffermarmi sul secondo servo, quello che riceve due talenti. Non è il primo, ma neanche l’ultimo. Non è parte del club degli eccellenti, è qualcuno che si trova a metà classifica. È una figura chiave, perché il suo comportamento racchiude un messaggio etico e spirituale prezioso”

CONDIVIDI › Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page