Articolo a cura del coordinamento progetto RImPRESA
Silvia Pallini, Paola Monaco, Stefania Nardelli

RImPRESA PARTY – Si è svolto nel pomeriggio di domenica 2 luglio presso il Bar Pinguino, in località Grisciano, piccola frazione del comune di Accumoli (RI), l’atteso momento d’incontro tra i protagonisti del Progetto RImPRESA.

Fortemente voluto dall’équipe di Progetto, il RImPRESA PARTY è stato, innanzitutto, un’occasione di festa e di condivisione; anche per questo la scelta del luogo è tutt’altro che casuale: il Bar Pinguino si trova infatti lungo la strada Salaria che, collegando le città di Ascoli Piceno e Rieti, conduce fino a Roma. Da sempre crocevia di scambi e di relazioni, la Salaria è stata altresì lo snodo principale per lo svolgimento delle attività progettuali, il punto di confine tra le province delle quattro regioni coinvolte dagli eventi sismici.

TUTTI PRESENTI – Pienamente coinvolti e, non poteva essere altrimenti, i donatori che fin da subito hanno sentito la necessità di operare concretamente per le imprese dei territori colpiti dal sisma nel Centro Italia; numerose anche le aziende beneficiarie, a testimoniare la vera riuscita di un progetto dal volto che, senza dubbio, possiede i tratti tipici della reciprocità.

Presenti, inoltre, tutti i partner di Progetto: l’AMU – Azione per un Mondo Unito Onlus,  l’AIPEC – Associazione di Imprenditori per un’Economia di Comunione, il Movimento dei Focolari, AFN – Azione per Famiglie Nuove Onlus, Abbraccio Planetario, Bread & Fish Foundation e i rappresentati della Fondazione Casillo e della Cia sezione L’Aquila-Teramo – Confederazione Italiana Agricoltori – organizzazioni con le quali in questi mesi è stata portata avanti una proficua collaborazione.

IL POMERIGGIO – Alla fase dei saluti e dei ringraziamenti iniziali ha fatto seguito la proiezione del video “Progetto RImPRESA” ideato dalla registra Maria Giovanna Cicciari che, unendo parole e immagini, è riuscita, attraverso le testimonianze dei protagonisti, a raccontare le fasi salienti e alcuni dei risultati raggiunti, ma soprattutto a cogliere e descrivere perfettamente lo spirito del Progetto nella sua interezza.

A lungo mi sono chiesta quale fosse il significato profondo di un progetto come RImPRESA, poi alla fine, una sera sono riuscita a dare una risposta che in qualche modo tenesse insieme tutte le emozioni, i volti, i luoghi, le parole, l’impegno, le difficoltà, insomma, la vita vissuta in questi mesi”, afferma uno dei membri dell’équipe di Progetto, “RImPRESA, per me ha rappresentato e tutt’ora rappresenta una possibilità che si traduce in speranza”.

Il RImPRESA PARTY è stato anche un’opportunità per promuovere nuove idee al fine di proseguire le attività in favore delle aziende e dei territori e per non disperdere il patrimonio di relazioni umane costruito in questi mesi di lavoro. Proprio da questo desiderio è maturata la proposta di AIPEC di aprire le porte della rete di aziende dell’Economia di Comunione alle aziende del progetto RImPRESA. “Per le aziende che ne saranno interessate, tale opportunità si concretizzerà con la visibilità all’interno della piattaforma online e, a partire dai prossimi giorni per tutto l’anno, le stesse potranno raccontarsi a Città Nuova, rivista che riserva una rubrica dedicata alle attività di AIPEC”.

Un ricco buffet di ringraziamento a base di prodotti delle aziende coinvolte da RImPRESA in un’ampia rete di Gruppi d’Acquisto Solidale e di pizza sfornata dal donatore Marco Bubani – arrivato insieme alla famiglia direttamente da Faenza per condividere questa speciale occasione – ha fatto da cornice alla conclusione di una giornata meravigliosa.

A tutti, grazie di cuore.

Di seguito il link alle foto della giornata

DSC05634

CONDIVIDI › Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page